< Torna alla pagina Itinerari eno-gastronomici

Pesce stocco di Mammola: il sentiero dei Greci

Lo stocco di Mammola, si ottiene da merluzzi essiccati (stoccafisso). Esso conta secoli di tradizione, viene preparato in maniera tradizionale in vari modi, diventando nel tempo il piatto tipico locale e tra i più importanti della Calabria. Anticamente era considerato il mangiare dei poveri, infatti i contadini lo consumavano e l’offrivano ai braccianti in occasione dei lavori duri nella campagna poiché lo Stocco dava energia in quanto era ed è considerato un alimento ad alto valore energetico; ancora oggi viene conservata questa tradizione. Escursione: i festeggiamenti di San Nicodemo, si celebrano ogni anno la domenica successiva al 12 maggio, in ricordo della nascita avvenuta il 12 maggio del 900. La devozione al Santo si esprime anche raggiungendo a piedi il Santuario attraverso l’antico Sentiero dei Greci o di San Nicodemo o della “Seja”, anticamente era la strada che i Locresi della Magna Grecia percorrevano per raggiungere le colonie della zona Tirrenica. Il Santuario, ricco di storia e tradizioni si trova sull’altopiano della Limina a 12 Km della cittadina medievale di Mammola, territorio del Parco Nazionale dell’Aspromonte, luogo dove San Nicodemo Abate Basiliano ha vissuto insieme ad altri Monaci (San Fantino di Taureana, San Nilo di Rossano ed altri). Tempi: 8 ore andata e ritorno. Difficoltà: escursionistica. Dislivello: 560 m in salita 560 m in discesa.