< Torna alla pagina Itinerari eno-gastronomici

Il Bergamotto: il castello di Amendolea

Il Bergamotto è un agrume coltivabile solo in una ben definita area della provincia di Reggio Calabria e in Costa d’Avorio. Per quanto riguarda l’etimologia del termine “bergamotto”, secondo alcuni deriva dalla città di Pergamon, l’antica Troia, secondo altri dal turco Berg-a-mudi che significa “pero del Signore” dalla forma a pera dei primi frutti di bergamotto. L’essenza naturale del bergamotto viene utilizzata nel campo della cosmesi e della profumeria, ed inoltre per aromatizzare uno dei tè più bevuti al mondo, l’Earl Grey. Ultimamente viene utilizzato anche per la produzione di bevande al bergamotto poiché si è scoperto essere serbatoio di sostanze utili per il proprio benessere, ricordiamo infatti che esso aiuta a tenere sotto controllo e ridurre i livelli di colesterolo cattivo. Escursione al castello di Amendolea: per quanto il percorso sia in ripida salita, esso risulta essere estremamente semplice considerato che occorre seguire quella che un tempo era l’antica via di collegamento tra Amendolea e Bova, oggi purtroppo cementificata. Dopo circa 2 km da Amendolea nuova, ecco la porta di ingresso per la visita del paese vecchio di Amendolea. Lo si attraversa seguendo il crinale fino a raggiungere un punto panoramico di eccezionale bellezza, il quale domina la vallata dall’Amendolea con le sue coltivazioni di bergamotto. Difficoltà: turistica. Dislivello: 220 m in salita 220 m in discesa.