Comune di Staiti

Antico casale di Brancaleone, Staiti è una bomboniera urbanistico – architettonica del 1500, che sorge  incastonato a 500 metri sul livello del mare, sul fianco della Rocca Giambatore, all’estremo confine a sud del Parco nazionale dell’Aspromonte. Bellissimo il panorama  sull’ampia valle della fiumara di Bruzzano.  Da visitare la Chiesa di Sant’Anna, posta fuori dall’abitato e, nella piazza centrale, la chiesa di Santa Maria della Vittoria (secolo XVII), dove è conservata una statua marmorea della Madonna col bambino del 1652. Il Monumento più importante è la chiesa basiliana di Santa Maria di Tridetti d’ epoca bizantina – normanna (XI sec.) dichiarata monumento nazionale. Situata in una valle, tra ulivi e querce secolari, dove si respira un’atmosfera quasi mistica,
la chiesa conserva un abside, un campanile, varie volte e il posto dell’altare centrale.

Da non perdere la sagra dei “maccarruni, pasta fatta in casa e condita con la carne di crapa, piatto tipico del luogo.

Ancora viva in questo borgo la cultura musicale bandistica, portata avanti da tanti giovani volenterosi, succedutosi da una generazione all’altra, per quasi un secolo.