Comune di Cinquefrondi

Il Comune di Cinquefrondi si trova ai confini della piana di Palmi.
La leggenda narra che il paese di Cinquefrondi sia sorto durante la splendida epoca della Magna Grecia, e in particolare grazie ai locresi che, nel V o nel IV secolo a.C., lasciarono spesso i loro territori sulla costa jonica, per curiosare in quest’altro versante della costa calabrese. I locresi costruirono due templi pagani, uno, si dice, in onore delle Muse e l’altro della dea Proserpina.
Molto caratteristiche sono le feste patronali come quella di San Michele Arcangelo, patrono del Comune e la festa di San Rocco. Quest’ultima cade la seconda domenica del mese di settembre e durante le celebrazioni, tradizionalmente, sui marciapiedi e negli spazi antistanti le case si realizzano i cosiddetti “deserti”, una sorta di ripari costituiti da tavole e pali, rivestiti di canne intrecciate con piante di fiume; “nei deserti” , si raffigurano alcune tappe di rilievo della vita di San Rocco.
Tra le Tradizioni più celebri ricordiamo l’Affruntata, festa che chiude i riti delle feste pasquali.
Da visitare la Chiesa del Carmine, di antiche origini, che conserva al suo interno una prezioso crocifisso ligneo settecentesco, i ruderi di due templi pagani rinvenuti fortuitamente alcuni anni fa e i resti delle mura e di alcune torri medievali, che ancora oggi svettano imponenti sull’abitato.